Storia

La società fu fondata nel lontano 1966. A quel tempo si chiamava "Rosso Antico SA" e il suo scopo principale era la fabbricazione e la vendita del famoso “Principe degli Aperitivi”, un’icona degli anni '70. Nel 1977, cambiò nome in "Immobiliare Barti SA", oltre che scopo, che divenne primariamente quello di gestire il suo immobile di proprietà, un fabbricato industriale edificato nei primi anni settanta, situato sulla parcella numero 302 del comune di Barbengo, oggi divenuto quartiere di Lugano. Tuttavia, Immobiliare Barti SA rimase in stretto contatto con il mondo delle bevande spiritose, dacché l’immobile fu dato in affitto al produttore del famoso liquore brasiliano "Mangaroca Batida de Côco", tanto che nel tempo divenne noto con il nome di "Stabile Mangaroca". Nei primi anni novanta, ci fu un’importante opera di ristrutturazione, con la creazione di un intero piano di uffici, per venire incontro alle necessità del locatario che andava espandendo la sua attività a livello internazionale. Un quarto di secolo dopo, nel corso del 2017, il summenzionato liquore brasiliano fu acquistato da una nota compagnia tedesca, con la conseguenza che a Immobiliare Barti SA venne a mancare il suo storico e unico inquilino. Gli azionisti cercarono inizialmente un acquirente per la parcella e la sua costruzione industriale, entrando in contatto con diversi interessati. Ci furono varie strette di mano, accordi, riunioni presso notai: ogni volta la vendita sembrava conclusa ma poi, immancabilmente, subentrava un imprevisto che annullava l’intera operazione, quasi a voler significare che il fine designato del luogo doveva essere un altro. Fu così che uno degli azionisti, colto dall’intuizione di potere conferire alla società, e al suo immobile, nuova vita e una nuova missione, si offrì di rilevare l’intera quota azionaria. Il 12 marzo 2018, la società assunse un nuovo nome, divenendo l’attuale "Area 302 SA", dotandosi anche di un nuovo statuto, che include nel suo scopo la diffusione della cultura e della conoscenza tramite l’organizzazione di attività di valore scientifico, educativo e culturale, compatibilmente con la gestione responsabile dell’immobile di proprietà sociale, il tutto secondo principi di sviluppo sostenibile, onestà intellettuale e integrità morale. Sono inoltre stati pianificati dei lavori di manutenzione straordinaria, che verranno realizzati nel corso del 2019, tramite i quali si cercherà di ridare lustro e maggiore funzionalità all'edificio. Rimanete sintonizzati...